Valle delle Sfingi - Architettura, Paesaggio e Territorio!

 

ARCHITETTURA PAESAGGIO e TERRITORIO

L’associazione APeT assume come centrale il tema del progetto di paesaggio nelle sue declinazioni storiche e degli aspetti che oggi si devono affrontare quando si intende passare da un approccio descrittivo al livello propositivo di fare paesaggi. Questo passaggio richiede un cambio di paradigma nella progettazione paesaggistica e ambientale, fondato su una più forte integrazione tra più competenze disciplinari, richiesta dalla più recente crescita della domanda di qualità insediativa, a fronte delle criticità indotte da una sovrapproduzione edilizia e da un eccesso di consumo di suolo che non accennano a ridimensionarsi.
Le ipotesi di riferimento, oltre a considerare la legislazione nazionale e comunitaria, si basano sulla convinzione che il paesaggio sia molto di più della sommatoria di singoli beni da tutelare o da contemplare:
per il suo apprezzamento si deve andare oltre agli aspetti puramente percettivi e considerare i fattori geopedologici e climatici assieme al lavoro e agli interventi dell’uomo e per il suo governo si devono coniugare obiettivi di lungo periodo e di area vasta con caratteri dei singoli luoghi e con i comportamenti con cui le singole comunità si esprimono. Ogni tema di progetto, da quello di un singolo manufatto a quello di tessuto urbano o un’area territoriale da valorizzare, richiede infatti di considerare almeno tre livelli di relazioni e di conoscenza: quelli di uno scenario che può cambiare indipendentemente dagli attori in gioco, quelli di un contesto intermedio la cui dimensione può essere indipendente dal singolo oggetto/spazio urbano e/o di territorio da valorizzare, quelli infine di dettaglio e determinanti le qualità specifiche di ogni singolo tema. Questo approccio progettuale richiede che i contributi scientifici di settore non si fermino alla stesura di un rapporto, per quanto raffinato, e che il contributo del progettista si confronti con aspetti specifici e a lui inusuali in quanto non appartenenti ai contenuti del consueto disegno dell’idea iniziale. A livello operativo l’associazione, anche per le esperienze dei suoi componenti, ha le competenze per affrontare aspetti che vanno dalla storia della formazione dei paesaggi territoriali e urbani ai contenuti e al ruolo che oggi hanno i piani territoriali a valenza paesaggistica, i programmi di riqualificazione e di valorizzazione dei tessuti urbani, dei singoli manufatti storici e dell’architettura industriale più recente e dismessa, il tema della vivibilità dello spazio pubblico nelle grandi città e nelle sue periferie e quello della rivitalizzazione dei centri storici minori nei territori di margine.